Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Avvocato e IRAP: spese per 4.088 euro non provano che c'è una struttura legale organizzata

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

(da www.servizi-legali.it )

Con ordinanza n. 8809/2013, depositata il 10 aprile 2013, la sesta sezione della Cassazione ha statuito che non può essere assoggettato al pagamento dell'IRAP un avvocato che abbia speso in un anno euro 4.088 per corrispettivi a terzi, beni mobili e beni immobili. La spesa di euro 4.088, infatti, non è indice, secondo la Cassazione, della sussistenza del presupposto organizzativo per l'imposizione.

Si legge nell'ordinanza:

"1. L'Avv. ...... ricorre per cassazione avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Lombardia 60/01 /10 del 9 aprile 2010 che accoglieva parzialmente l'appello dell'ufficio affermando la non spettanza del rimborso IRAP relativamente all'anno 2007.

2. L'Amministrazione si è costituita in giudizio con controricorso.

3. Il ricorso appare meritevole di accoglimento. Il giudice di merito ha ritenuto sufficiente per la sottoposizione ad imposta l'esistenza di spese per corrispettivi a terzi, beni mobili e beni immobili per € 4.088, cifra che non appare sufficiente a determinare l'esistenza di una struttura organizzata che possa cagionare un significativo maggior reddito del contribuente.

Pqm

La Corte accoglie il ricorso. Cassa la sentenza impugnata e rinvia la controversia ad altra sezione della Commissione Regionale Tributaria della Lombardia."

... e ricorda, per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci e invita altri ad aderire al social network www.concorrenzaeavvocatura.ning.com e aderisci al gruppo aperto"concorrenzaeavvocatura" su facebook (contano già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni ! ...

 

Pubblicità


Annunci

"Nulla è più duro della pietra e nulla è più molle dell'acqua. Eppure la molle acqua scava la dura pietra". (Ovidio)